Laurea umanistica

10 siti utili per la tua tesi in Lettere

Troppo spesso noi umanisti passiamo ore ed ore con la testa chinata su un voluminoso testo, le mani sporche della polvere dei libri che nessuno legge mai e il tavolino ricoperto da altri volumi in attesa di essere sfogliati alla ricerca del dato mancante. Questo feticismo per il libro cartaceo, per la ricerca negli scaffali più bui delle biblioteche e per il continuo ampliarsi della bibliografia è tipico dello studente di lettere.

Ma quando si avvicina l’ora della tesi, la passione si trasforma in lenta agonia e la romantica ricerca si trasforma in una corsa contro il tempo. E se vi dicessi che esistono strumenti per rendere le ricerche in ambito letterario più semplici? Con un click si possono ottenere dati che Contini avrebbe impiegato settimane a reperire!

Molte università (italiane e straniere) stanno investendo nella digitalizzazione delle opere letterarie, rendendo consultabili on line i grandi classici. Questo significa che se state esaminando un qualsiasi testo letterario e vi imbattete in una parola, in un sintagma o in un modo dire che vi pare di aver già letto da qualche parte, inserendo le parole in questione, potrete sapere in pochi secondi da quali autori è stata utilizzata, in quali opere e persino visualizzare immediatamente il frammento! Ovviamente il servizio cambia in base al progetto e spero che troverete la soluzione che fa per voi nella lista che vi sottoporrò.

BibIt

www.bibliotecaitaliana.it
Biblioteca Italiana, promossa dal Centro interuniversitario Biblioteca italiana telematica (CiBit), gestita presso l’Università di Roma “La Sapienza”, con il supporto del progetto Biblioteca Digitale Italiana (BDI).

Nel sito troverete più di 2800 opere della letteratura italiana dal Medioevo al Novecento, consultabili per autore o per titoli. Per intenderci troverete anche autori minori, irreperibili nelle biblioteche provinciali, come Francesco di Vannozzo, Zanobi Banchelli, Barnaba di Nanni di Barnaba, Giovanni de Mantelli di Canobio e Giovanni Berardino Fuscano! Alla quantità si unisce la qualità dei testi: di ogni autore sono state digitalizzate le migliori edizioni che ci sono in circolazione. Infine bisogna considerare l’utilità del poter fare ricerche all’interno di ogni testo: un immenso risparmio di tempo!

Ami

 www.maldura.unipd.it/ami
Archivio Metrico Italiano, a cura dell’Unità di Ricerca di Padova.

Un database meno esteso del BibIt, ma che gode di altre funzionalità: la piattaforma permette di effettuare ricerche basate

  • sul metro;
  • sullo schema metrico;
  • sul tipo di verso;
  • su eventuali irregolarità metriche.

Unico nel suo genere e davvero molto utile. Il corpus ridotto è la sua unica pecca, le ricerche vengono effettuate solo sulle rime di Giacomo da Lentini, Guido Guinizzelli, Dante Alighieri, Cino da Pistoia, Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio, Lorenzo il Magnifico, Chariteo, Jacopo Sannazzaro, Antonio Tebaldeo, Giovanni della Casa, Gaspara Stampa e Torquato Tasso.

Gatto web

gattoweb.ovi.cnr.it
Istituto Opera del Vocabolario Italiano, Consiglio Nazionale delle ricerche.

Strumento a cui devo molto per la mia tesi di laurea. Il progetto è portato avanti dal CNR, fa parte del grande progetto OVI (Opera del Vocabolario Italiano): il corpus è formato da 2314 testi della letteratura italiana antica, consultabili

  • per forme;
  • per lemmi;
  • per categorie grammaticali;
  • per disambiguatori;
  • per concordanze lemmatizzate;
  • per cooccorrenze.

In ogni categoria c’è la possibilità di cercare più parole contemporaneamente ed effettuare ricerche usando come filtro il rimario (individuando le rime a fine verso e le rime al mezzo). L’indagine può essere affinata con numerose opzioni, che inizialmente sembrano complessi algoritmi ma che con la pratica diventano automatismi.

I punti deboli sono l’interfaccia un po’ rudimentale, l’obbligo di muoversi solo tramite i menu interni (evitando sempre di usare il browser), l’impossibilità di copiare i testi per incollarli (cosa invece possibile con BibIt). Ma sono limiti con cui si convive volentieri pur di sfruttare questo software.

TLIO

tlio.ovi.cnr.it/TLIO/
Tesoro della Lingua Italiana delle Origini, Consiglio Nazionale delle ricerche.

Anche il TLIO, come GattoWeb, fa parte del progetto OVI. In questo caso parliamo di un vero e proprio dizionario della lingua italiana delle origini: avete presente quando trovate una parola incomprensibile in un sonetto di Jacopo da Lentini? Sul TLIO troverete non solo i significati della parola, ma anche le sue occorrenze nei testa della letteratura italiana antica.

Ad esempio incontrate la parola panicuòcola, immaginate che sia legato alla produzione del pane, ma volete un riscontro sicuro: sul TLIO troverete che panicuòcola è la donna che fa e vende il pane e che il termine è stato usato anche da Buccio di Ranallo “loro erano panicocole, loro erano tabernari” (dalla Cronaca aquilana).

Inutile evidenziare l’utilità di questo strumento. Peccato che non tutte le voci siano state redatte, c’è ancora molto lavoro da fare (in merito a questo vorrei ricordare che è possibile donare il 5×1000 al CNR).

Tlion

www.tlion.it
Tradizione della letteratura italiana on line, a cura di Claudio Ciociola.

Questo è uno strumento bibliografico, utile a reperire i titoli degli studi effettuati su una determinata opera, autore o manoscritto. Il progetto è strettamente collegato ad all’ENAV (Edizione Nazionale degli Antichi Volgarizzamenti), all’ENSU (Edizione Nazionale dei testi della Storiografia Umanistica), al CASVI (Censimento, Archivio e Studio degli antichi Volgarizzamenti Italiani), al SALVit (Studio, Archivio e Lessico dei Volgarizzamenti Italiani), al DIVO (Dizionario dei Volgarizzamenti) e al CSC (Corpus dei Serventesi Caudati).

Treccani

www.treccani.it
Istituto dell’Enciclopedia italiana Treccani.

Premesso che non apprezzo il legame dell’azienda con l’Eni, né il fatto che le uniche app che rilascia sono per IPhone, devo riconoscere la grande utilità del sito: on line sono consultabili:

  • l’Enciclopedia Italiana;
  • l’Enciclopedia Dantesca;
  • il Dizionario Biografico degli Italiani;
  • l’Enciclopedia dell’Arte Antica;
  • l’Enciclopedia dei papi;
  • il Dizionario di Storia;
  • l’Atlante geopalitico;

e queste sono solo alcune delle opere disponibili (ho elencato solo quelle inerenti al campo umanistico). È molto utile il Dizionario Biografico degli Italiani, anche perché contiene le voci non ancora stampate e che quindi non troverete in nessuna libreria.

DDP

dante.dartmouth.edu
Dartmouth Dante Project finanziato da: Dartmouth College, Princeton University, The Dante Society of America, La Società Dantesca Italiana, The Mellon Foundation, Apple Computer Corporation, Digital Equipment Corporation, The AT&T Foundation, and The David and Lucile Packard Foundation.

Il sito mette a disposizione dell’utente tutti i commenti della Divina Commedia. La ricerca può essere effettuata per cantica, canto e verso o più semplicemente per parola chiave e può essere limitata anche ad un unico commento. Davvero molto utile per dantisti e non.

Dante on line

www.danteonline.it
Sito promosso dalla Società Dantesca Italiana.

Nel sito troverete la vita di Dante (in versione testuale e multimediale), tutte le opere (ovviamente le migliori edizioni in circolazione) e una lista dei manoscritti della Divina Commedia (alcuni dei quali visionabili on line). È possibile effettuare ricerche bibliografiche.

ALI

www.maldura.unipd.it/italianistica/ALI
Le Autrici della Letteratura Italiana, bibliografia dell’Otto/Novecento. Progetto di ricerca Università degli studi di Padova, dipartimento di studi linguistici e letterari.

Il progetto è davvero molto interessante: permette la consultazione di schede individuali nelle quali sono minuziosamente elencata la bibliografia delle opere e una completa rassegna bibliografica degli studi e interventi critici.

OPAC SBN

www.sbn.it
Catalogo del servizio bibliotecario nazionale.

 Last but not list, l’immancabile strumento di ricerca bibligrafica: l’OPAC SBN consente l’accesso a 12.884.380 notizie bibliografiche, corredate da 67.537.833 localizzazioni. Il database contiene i volumi reperibili in tutte le biblioteche italiane. Il punto di partenza per ogni tipo di ricerca!

Con questi mezzi potrete senza dubbio incrementare la qualità della vostra ricerca in tempo rapido, ma la validità del risultato finale dipenderà solo da voi 😉

Scrivetemi se avete altri siti e strumenti che sono sfuggiti a questa disanima.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s