Cose da disoccupati

Buoni propositi 2014: la corsa

corsa-in-spiaggia

Ogni anno mi illudo

Accade sempre! Ogni Gennaio della mia vita stilo la lista dei buoni propositi per l’anno nuovo e mai una volta che riesca ad essere coerente fino al mese di Dicembre! Ci deve essere una qualche perversa ragione per cui noi esseri umani perpetuiamo questa menzogna annualmente… purtroppo io non la conosco.

Quest’anno è l’anno della corsa mattutina: andare a correre ogni mattina. Una meta con ostacoli fisici (pioggia, stanchezza, mestruazioni…) che si trasformano in ostacoli psichici (non ho voglia).

Per risolvere la questione ho pensato: posso mentire a me stessa spudoratamente per l’ennesimo anno o cambiare davvero e vivere nell’onestà. Ma come fare? Ho pensato che se avessi pubblicato questo post avrei creato dei testimoni e il proposito sarebbe diventato qualcosa di più: un pegno! Purtroppo per quanto riguarda l’attività fisica ho sempre bisogno di qualche bastardo che mi inciti a non mollare! Perciò ho deciso che il mio bastardo personale per quest’anno sarà il web.

Perché la corsa

Le ragioni che mi hanno spinto alla scelta della corsa sono poche ma significative:

1- durante il 2013 tutti i miei parenti oltre i 50 hanno sofferto di qualche male lancinante curabile solo con grandi dosi di medicinali: io non voglio che i miei organi vadano in cancrena fino a farmi vivere gli ultimi 20 anni della mia vita tra dolori atroci;

2- ho il fiato corto, troppo corto per una persona under 30;

3- passo 20 ore al giorno seduta per studiare, per lavorare, per non far nulla e, sebbene un’ora al giorno vado in palestra a fare yoga, tra il tempo dedicato al movimento e quello passato immobile c’è ancora una sproporzione troppo grande;

4- ora vivo tra precariato e disoccupazione, in futuro potrei poter aggiungere alle scuse per non correre l’impegno derivato da un lavoro fisso (no non è una battuta, a volte ci credo ancora…);

5- un giorno potrei essere inseguita da qualcuno;

6- a volte mi piace vedere la luce del sole.

Il primo giorno

Inutile dire: che fiatone! Ma che bel paesaggio, sembrava una giornata di primavera. E dirò di più… sono stata contenta durante tutto il dì, o per lo meno più attiva del solito. L’unico aspetto particolarmente strano è la fame che ho avuto per tutto il giorno.

La foto postata testimonia la bella mattinata e tutta la mia ritrosia iniziale: un passo in avanti e uno indietro, sintesi perfetta del mio stato mentale! Ma appena rotto il fiato ho scoperto che mi piaceva sentire quel bruciore lancinante all’esofago.

E mentre un giorno è andato, mi chiedo se domani sarò in grado di non mentirmi e scendere in strada per il secondo giorno.

Advertisements

2 thoughts on “Buoni propositi 2014: la corsa

  1. Bravissima! Pensa alla fortuna che hai a correre sulla spiaggia guardando il mare e domani mattina pensa a noi poveretti che dobbiamo correre per tristi parchetti (immaginandoci di stare dove tu corri)…domani mattina gentilmente potresti fare da avatar a tutti noi?

    • Aimé domattina, come ogni giovedì, parto alle 5 per Roma. Ma sabato sarò pronta per il secondo turno: tra una fossa di sabbia e una conchiglia frantumata vi penserò 😉
      Per consolarti ti dico che in spiaggia il terreno e irregolare e tira vento: ogni posto ha i suoi lati negativi, ognuno di noi ha una buona scusa…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s